Come Effettuare il Reset del Bios

Avete la necessità di resettare il Bios del computer ma non sapete come procedere? Non preoccupatevi si tratta di un’operazione piuttosto semplice da eseguire se il vostro computer ha dei problemi e volete effettuare una prova innanzitutto effettuando un reset del bios.

Avete già provato a verificare tutte le possibili ottimizzazioni ma non avete ottenuto i risultati sperati? L’unica soluzione rimane quella del Bios, cambiando alcuni valori potrete resettarlo e rendere il vostro computer davvero veloce.

Per ripristinare le condizioni iniziali del BIOS, esistono tantissime possibilità e in questo articolo vi segnaliamo il metodo più semplice. La procedura è la seguente:
– Avviate il pc e premere ripetutamente il tasto predefinito F2 o F10 o Canc
– Ora siete dentro al Bios del Computer e dovrete individuare la dicitura per resettare i valori predefiniti del BIOS del PC.
– A questo punto occorre selezionare l’operazione da effettuare come il Reset o il Load delle impostazioni predefinite. La maggior parte dei Bios di ultima generazione sono facilmente consultabili ed utilizzano comodi menu.
– Su alcuni computer potrebbe essere necessario utilizzare le frecce direzionali del menu del BIOS per il reset totale. In entrambe le situazioni ricordatevi sempre di salvare le impostazioni una volta completata l’operazione.

Purtroppo a volte il bios viene in qualche modo corrotto e non è possibile accedere al Bios per effettuare il reset. In questo caso le case prodruttrici di schede madri hanno pensato di inserire un piccolo jumper sulla stessa in modo da effettuare il reset in modo meccanico andando ad intervenire direttamente sull’hardware. In questo caso dovrete letteralmente smontare il computer e trovare il jumper collocato nelle vicinanze della batteria. Solitamente si tratta di un elemento di colore blu o giallo posizionato sopra a dei pin metallici.

Questo articolo è stato pubblicato in Guide il da .

Come Fare una Ricarica Postepay

La carta prepagata Postepay, è una carta emessa dall’Ente Poste Italiane e richiedibile da chiunque senza la necessità di essere titolari di un conto corrente postale. Siete interessati a richiederne una ma temete che le procedure di ricarica siano laboriose e complicate? Smettete di preoccuparvi e leggete questa mia guida…! Vedrete che l’operazione è più semplice di quanto possiate aver immaginato!

La carta Postepay fa parte della famiglia delle carte prepagate, è emessa dall’Ente Poste Italiane e può essere richiesta da chiunque; anche da chi non è titolare di un conto corrente postale. Viene emessa con già cinque Euro di disponibilità iniziale. La carta può poi essere ulteriormente ricaricata ogni volta che si vuole in maniera semplice e veloce.

I luoghi in cui recarsi per procedere all’operazione di ricarica nel modo più semplice e comode sono principalmente: Una ricevitoria Sisal (le ricevitorie che abbiano la macchinetta per giocare al Superenalotto e che effettuino le ricariche dei cellulari per intenderci); Un ufficio postale qualsiasi (non importa che sia lo stesso che ha emesso la vostra Postepay).

Recandovi presso una ricevitoria Sisal potrete ricaricare la vostra Postepay nel modo più semplice e comodo. Vi basterà, nel caso si tratti di una prima ricarica, consegnare all’addetto della ricevitoria la vostra carta Postepay e dire l’importo che volete ricaricare ed il gioco è fatto! Se invece non è la prima ricarica ed avete conservato la ricevuta di una delle ricariche precedenti vi basterà consegnare tale ricevuta all’addetto della ricevitoria ed, eventualmente l’importo fosse diverso, comunicarlo all’addetto stesso. Importante: per le ricariche effettuate presso le ricevitorie Sisal bisogno pagare un diritto aggiuntivo di due Euro.

Se invece preferite ricaricare la vostra carta Postepay in un ufficio postale, risparmiando un Euro di contributo aggiuntivo, per le ricariche effettuate all’ufficio postale si paga infatti un solo Euro, dovete procedere come segue: Comunicate all’impiegato (o impiegata) allo sportello che dovete ricaricare una carta Postepay; Compilate il modulo che vi verrà consegnato.
Nel caso la carta che stiate ricaricando sia la vostra dovrete compilare la parte superiore in tutti i campi e nella parte inferiore dovrete indicare solo l’importo (in cifre) nello spazio apposito e quindi firmare il modulo. Se invece state ricaricando una carta Postepay di un’altra persona dovrete compilare anche i dati relativi ad un vostro documento di identità. Al momento della consegna del modulo all’impiegato dell’ufficio postale ricordatevi di consegnargli anche la tessera del vostro codice fiscale (obbligatoria in ogni caso!), a meno che voi non conosciate tale codice a memoria e lo dettiate all’impiegato in questione.

In caso di ulteriore dubbi potete seguire questa guida su Parlareconoperatore.net per contattare il servizio clienti Postepay.

Questo articolo è stato pubblicato in Guide il da .

Come Compilare PDF Online

Quante volte capita di dover compilare dei moduli PDF da inviare via e-mail o fax (tramite servizi web come Faxator) e per riuscirci si deve stampare il file, indicare le informazioni richieste a penna, poi effettuare scansione per poterlo rielaborare elettronicamente?

Per risparmiare tempo e carta ci sono applicazioni e servizi online che permettono la modifica di file PDF senza stamparli. Oggi il team vi propone PDFescape, un servizio online gratuito tramite il quale potrete modificare i file PDF direttamente dal vostro browser senza nessun programma e senza vicoli di sistema operativo (sistema web perfettamente compatibile con Windows, Mac o Linux).

Grazie a PDFescape potrete creare nuovi documenti PDF o caricarne uno presente nel vostro hard disk per effettuare delle modifiche. Potrete aggiungere campi di testo, spuntare le caselle o inserire la vostra firma (ciò è possibile grazie alla funzione che permette di importare dei file immagine, come ad esempio un PNG con fondo trasparente).

Terminate le modifiche sarete in grado di scaricare un nuovo file PDF con tutte le modifiche da voi effettuare grazie a questo servizio online gratis e potrete adesso inviarlo tramite e-mail o fax grazie a Faxator.

Come potete vedere grazie anche a questo articolo e a quello citato precedentemente vi diamo la possibilità, utilizzando entrambi i servizi, di modificare i file pdf senza nessun programma online per poterlo inviare direttamente da internet in modo gratutito e sicuro.

Il servizio è gratuito e la registrazione non è vincolante all’uso del servizio. Unico difetto è che il servizio attualmente è solo disponibile in lingua inglese, ma è abbastanza intuitivo ed immediato nell’utilizzo.

Questo articolo è stato pubblicato in Siti Utili il da .

Come Inviare e Ricevere i Fax Online

Sono molti i presunti siti web che offrono la possibilità di spedire fax via internet in modo totalmente gratuito ma pochi di questi funzionano veramente e sono realmente gratuiti. Uno di questi è proprio Faxator che abbiamo provato direttamente per voi. Ma vediamo come è andata.

Ci siamo chiesti se potesse esistere davvero per i nostri utenti un servizio gratuito per inviare fax gratis dal proprio pc e dopo un pò di ricerche ci siamo imbattuti in Faxator. Innanzitutto è necessario registrarsi per poter usufruire del servizio. Durante la registrazione vi verrà chiesto di inviare, per conferma, un sms con il vostro codice in modo tale che l’iscrizione sia univoca e protetta (sms a costo definito dal vostro operatore, unico costo che dovrete sostenere).

Ora veniamo al particolare funzionamento di Faxator. Per spedire un fax gratis via internet sarà sufficiente inviare una mail all’indirizzo faxgratis@faxator.com (dovrete farlo sempre dall’indirizzo utilizzato in fase di registrazione), allegare il file contenete il testo da spedire e scrivere il numero del destinatario nel campo “oggetto”. I formati supportati sono i file Word, Excel, PDF, RTF con formato A4. Nella mail dovrete inoltre allegare il “certificato di sicurezza personale” (che avete ricevuto in fase di registrazione). Inviate la vostra mail e avete così inviato il vostro fax in modo totalmente gratuito.

Naturalmente sappiamo tutti che in caso di qualche documento importante da inviare è altrettanto importante la ricevuta di ricezione del fax. Per effettuare questo controllo dopo qualche minuto dall’invio della vostra mail potrete accedere direttamente alla vostra area riservata del sito e nella sezione Archivio Digitale verrà visualizzato il vostro fax. Il suo stato passerà nel giro di pochi minuti da “In coda” a “Spedito”. La ricevuta di avvenuto invio vi arriverà direttamente al vostro indirizzo mail in formato PDF.

Unica limitazione che abbiamo trovato riguarda il fatto che sia possibile inviare un massimo di 20 fax al giorno dalle ore 8:00 alle 20:00 di ogni giorno. Eventuali mail/fax inviati in orari successivi alla fascia saranno messi in coda ed inviati il giorno successivo . Nulla di preoccupante però soprattutto per un utente che utilizza il fax per uso domestico o per piccole aziende.

In conclusione abbiamo trovato Faxator un ottimo sito funzionante per inviare gratis i fax attraverso internet senza bisogno di un fax ma utilizzando semplicemente il proprio pc.

Questo articolo è stato pubblicato in Siti Utili il da .

Come Utilizzare il Carattere Utilizzato in un’Immagine

Quanto volte davanti ad un sito web con una bella scritta ci siamo chiesti “chissà quale font è stato utilizzato per creare una scritta simile”. Fino a poco tempo fa avremmo dovuto passare ore all’interno di siti che raccolgono font alla ricerca del più simile ma finalmente tutto questo non è più necessario. Grazie al sito web che vi andremo ad illustrare oggi sarà possibile scoprire il font utilizzato direttamente da un’immagine.

Il sito in questione è WhatTheFont e vi sbalordirà per la sua precisione nel riconoscere i font da un’immagine.

Raggiunta l’home page ci troveremo davanti alla homepage del sito.
A questo punto merita particolare attenzione l’inizio della procedura. Bisognerà prendere l’immagine con il font desiderato e prestare attenzione al fatto che la scritta abbia abbastanza contrasto con lo sfondo in modo che il programma riconosca le singole lettere. Dopo aver caricato l’immagine con la scritta tramite l’apposito tasto, il programma rileverà automaticamente le lettere che potremmo modificare manualmente nel caso in cui WhatTheFont non le avesse riconosciute in modo corretto.

La procedura per trovare ed estrarre il font utilizzato per una scritta da un’immagine è quasi finita.

whatthefont-scoprire-font
Un click su Continue e WhatTheFont vi fornirà il font esatto che cercavate per riprodurre la scritta o comunque quello che si avvicina di più alla scritta da voi inserita tramite l’immagine.

Trovare il font utilizzato partendo da un’immagine è grazie al servizio offerto da questo sito un gioco da ragazzi!

Questo articolo è stato pubblicato in Siti Utili il da .