Creare Immagini e Video ASCII

L’ASCII Art è l’arte di disegnare utilizzando solo lettere dell’alfabeto, numeri, e caratteri speciali, l’insieme di questi creano dunque un’immagine realistica, anche a colori.

Per creare manualmente tale immagini è necessaria tanta esperienza, oltre che tantissimo tempo da dedicare, solo così potremo ottenere qualcosa di veramente ottimo.

Per tutti quelli che vogliono le cose molto semplici vi presentiamo un programma gratuito con cui creare immagini in ASCII Art a partire da una qualsiasi immagine, trasformandola dunque in un insieme di lettere e numeri.

Il programma di cui parliamo è Textaizer Pro 4.

Textaizer Pro 4 è un programma gratuito e semplice da utilizzare che permette di creare delle immagini in ASCII art, partendo da una semplice immagine caricata dal computer.

Una volta aperto possiamo già trasformare l’immagine caricata di default dal programma, per generare l’ASCII basta cliccare il pulsante “Start Text Mosaic”.

Il risultato così ottenuto non sarà dei migliori, per rendere l’immagine più realistica basterà modificare i parametri posti a destra, ed in particolare il valore “Size multiplier” che imposteremo a 5.0, il valore “Line Distance” che imposteremo a 9, ed infine il valore “Font size” a 18, premendo nuovamente il pulsante “Start Text Mosaic” genereremo nuovamente l’immagine, questa volta il risultato sarà decisamente più realistico.

In basso possiamo interagire con gli strumenti di zoom, possiamo scorrere la barra in modo da regolare manualmente il livello di zoom, oppure possiamo premere i pulsanti accanto per zoomare secondo valori preimpostati.

Se zoomiamo abbastanza possiamo accorgerci che la nostra immagine è formata da un testo ben preciso e leggibile, tale testo può essere cambiato selezionando quello desiderato dal menu “Text –> Read Text”. Cliccando invece su “New Text” potremo caricare un qualsiasi file di testo abbiamo sul computer, quindi potremo creare immagini in ASCII Art con un testo personalizzato.

Con l’opzione “Videaizer”, invece, avremo la possibilità di caricare un qualsiasi video, e di trasformarlo interamente in ASCII Art, ovviamente per quest’ultima operazione è necessario molto più tempo, in quanto il processo converte ogni singolo frame del video in immagine ASCII.

L’immagine finale potrà essere scaricata come immagine, come file di testo e come file HTML.

Come Segnare un Documento come Finale in Word

In Word 2010, ma anche in Word 2007, anche se la procedura è diversa, vi è la possibilità di impostare un documento come finale e quindi di sola lettura. Un documento segnato come finale significa che si tratta della versione finale di un documento e come tale non può subire variazioni. A differenza di quello che accadde per qualsiasi altro file di sola lettura, in un documento “finale“, non solo i comandi per la digitazione, ma anche i mutamenti e le correzioni sono disattivati.

Questi tipi di documento, inoltre, sono contraddistinti dall’avere, sotto la barra delle schede, una propria barra in cui un testo indica che “Il documento è stato contrassegnato come finale da un autore per scoraggiare eventuali modifiche“. Accanto a tale indicazione vi è però il pulsante Modifica che permette di rendere attivo il documento e intervenire all’interno dello stesso per apportare correttivi; ridiventa, quindi, un documento normale a tutti gli effetti.

Se si prova a salvare, cliccando sull’omonimo pulsante, presente sulla barra di accesso rapido, in alto a sinistra, viene confermato lo stesso nome che è stato dato precedentemente.

Per far si che un documento sia considerato come finale, occorre cliccare sulla scheda File e, dall’elenco che viene visualizzato, sul lato sinistro, bisogna prendere in considerazione la voce Informazioni. Accanto a tale voce c’è il pulsante Proteggi documento; questo pulsante presenta un elenco, bisogna cliccare su Segna come finale. Perchè il documento sia segnato come finale è necessario salvarlo, quindi, nella finestra che si apre, occorre far clic su Ok. Assegnato il nome al file, viene aperta un’altra finestra che ci informa trattarsi della versione finale del documento.

Recensione Tastiera Meccanica Perixx PX-5200US

Il mondo del gaming è sempre in continua espansione, sono sempre di più gli appassionati e molte aziende, tra cui anche Perixx, hanno deciso di alimentare la passione dei gamer producendo accessori dedicati a loro. Oggi parleremo della Perixx PX-5200US una tastiera meccanica retroilluminata con layout English US , per chi ama giocare in comodità e con stile.

Confezione
La confezione si presenta per la maggior parte di colore nero con leggeri tratti di rosso. Dall’immagine sullo scatolo non si riesce a capire la bellezza di questa tastiera, davvero ben fatta. All’interno troviamo la tastiera Perixx PX-5200US , cavo usb per collegarla al pc ed un adattatore ps/2 port .

Estetica
La tastiera si presenta dal design nero, dalle curve accattivanti, uno stile che mi ha davvero sorpreso. La tastiera, essendo meccanica, durante l’uso non è affatto silenziosa, ma il suono dei cherry MX Blue è davvero adorabile. La retroilluminazione è davvero ottima, anche se l’unica possibilità di scelta è il colore bianco e l’intensità luminosa è davvero alta. E’ possibile disattivare la retroilluminazione premendo contemporaneamente il tasto MR( presente in alto a sinistra sulla tastiera) ed il tasto TAB: premuti una volta rimarranno illuminati solo 4 tasti (W,A,S,D), premendo per la seconda volta rimarranno illuminate solo le 4 freccette direzionali, premendo per la terza volta la retroilluminazione sarà completamente disattivata.

Le dimensioni sono 46,2 x 21,3 x 4,8 cm per un peso di 1.6 kg: abbastanza pesante insomma, ma ciò gioca a favore della stabilità in quanto durante le sessioni di gaming, la tastiera rimarrà ben salda su qualsiasi superficie.

Perixx PX-5200US non ha bisogno dell’installazione di driver tramite CD: infatti questi verranno automaticamente installati dopo aver collegato la tastiera e dopo pochi secondi saremo già pronti ad utilizzarla ( è compatibile con i sistemi operativi Windows XP, Vista, 7, e 8). Una funzionalità che ho trovato molto utile è la possibilità di bloccare i tasti Windows durante le sessioni del gioco, così da evitare di cambiare schermata accidentalmente.

Presenti inoltre 8 tasti macro, facilmente configurabili senza dover passare per nessun programma. Altri tasti presenti sono quelli del volume e, interposto tra loro, il tasto muto. Altro aspetto importante è il cavo, davvero ben costruito, telato in modo da essere più resistente alle piegature. Entrambe le estremità del cavo sono placcate in oro, mentre l’estremità dell’adattatore PS/2 non lo è.

Unico neo è la mancanza del poggia polsi: tale deficit di certo non sminuisce la qualità e le caratteristiche del prodotto anche perché l’ottima ergonomia garantisce un comfort senza precedenti.

Nel complesso, devo dire che sono molto soddisfatto di questo prodotto. La tastiera Perixx PX-5200US si comporta molto bene durante le sessioni di gioco, per tutti gli amanti del gaming è la tastiera giusta. Il rapporto qualità-prezzo è ottimo, considerando che è una tastiera di fascia alta, il prezzo è davvero concorrenziale.

Somme nei Raggruppamenti di Record in Excel

Si prenda in considerazione una tabella il cui nome è Fornitori costituita dai seguenti campi: Prodotto – Marca – Prezzo unitario – Codice Prodotto. Si supponga di voler calcolare, nella visualizzazione struttura query, il totale del prezzo per ogni marca di prodotto.

Per raggiungere tale scopo, è necessario raggruppare i record tenendo conto soltanto dei campi i cui valori presenti ricorrono più volte, perchè nel caso contrario, l’aggregazione non sarebbe possibile.

Ammesso che i campi Prodotto e Codice Prodotto presentano valori diversi fra loro, nella struttura della query, si inseriscano soltanto i campi Marca e Prezzo unitario.

Per poter raggruppare i record del campo Marca, si prenda in considerazione il pulsante Totali.

Nella parte inferiore della finestra, sotto al nome del campo e della tabella compare una nuova voce chiamata: Formula. Si faccia clic su Raggruppamento del campo Marca e dall’elenco si scelga Somma.

Se ora si esegue la query, cliccando sul pulsante con il punto esclamativo rosso, si noterà come la tabella risulti essere compattata.

Spostare e Copiare Fogli di Lavoro in Excel

Per spostare un foglio di lavoro bisogna posizionare il puntatore del mouse sulla linguetta e, tenendo premuto il tasto sinistro, spostare il foglio nella posizione che si desidera. Mentre si tiene premuto il tasto sinistro, il puntatore sarà accompagnato da un piccolo foglio bianco.

Un altro modo di spostare un foglio di lavoro è quello di cliccare con il tasto destro del mouse sulla linguetta del foglio e dal menu che ne deriva selezionare Sposta o copia. E’ possibile anche spostare il foglio in un’altra cartella di lavoro aperta; per fare questo, nella finestra Sposta o copia, si deve cliccare sulla linguetta della casella denominata Alla cartella: e, dall’elenco, scegliere la cartella di lavoro.

Per spostare più fogli di lavoro occorre, innanzitutto, selezionare i fogli. Per selezionare i fogli occorre tenere premuto Ctrl della tastiera e contemporaneamente fare clic con il tasto sinistro sui fogli stessi. Dopo averli selezionati e aver rilasciato il tasto Ctrl, aiutandosi sempre con il tasto sinistro, ci si sposta nel punto dove si desidera inserirli; una volta giunti nella posizione bisogna rilasciare il tasto che si tiene premuto.

Per copiare un foglio di lavoro, le procedure da adottare sono simili a quelle descritte in precedenza per lo spostamento, soltanto che, quando si trascina il foglio con il tasto sinistro del mouse, occorre tenere premuto anche il tasto Ctrl della tastiera. Mentre, utilizzando il menu di scelta rapida sulla linguetta del foglio da copiare e scegliendo Sposta o copia, nella finestra che si apre, bisogna selezionare il foglio da copiare e ricordarsi di spuntare la casella Crea una copia. Anche in questo caso, è possibile copiare un foglio in un’altra cartella di lavoro aperta, la procedura è identica a quella descritta in precedenza per lo spostamento di un foglio.